Archivi del mese: ottobre 2019

Effetto farfalla

Brancolare nel buio. Indagare sulla morte di un generale deceduto nella sua auto sportiva per un frigorifero caduto dal tetto. Una precisione millimetrica. Sicuramente un incidente. Ma, trattandosi di un famoso generale, futuro cancelliere, apprezzato leader e celebre collezionista di … Continua a leggere

Pubblicato in Arenandomi nei gamberi, Racconti | Contrassegnato , , , , , | 30 commenti

Solitudine

Nella quiete del parco, sopra una panchina noterai un album bianco. Sentirai sulla pelle un vento scivoloso, viscido, denso come miele grezzo, caldo come un bacio d’armonica passione. Troverai l’eco dei pianti che scandagliano le valli in cerca dei propri … Continua a leggere

Pubblicato in Arenandomi nei gamberi, Racconti | Contrassegnato , , , , , | 24 commenti

Canto dei Bischeri

L’orologio indicava il suo ritardo all’appuntamento per un colloquio di lavoro in una discoteca, un dato di fatto rimuginato durante il percorso, lungo le colorate vie tra clacson e pedoni in difficoltà, visto che le meravigliose, pensava, aree pedonali erano … Continua a leggere

Pubblicato in Arenandomi nei gamberi, Racconti | Contrassegnato , , , , , | 10 commenti

Delirium

Per languori e profumi di cibo m’attardo purché l’indomani si sciolga in minestre di farro con cavolo nero su fetta di pane se porti del vino ne bevo un gottino di sola bevanda di gallo se nero si sa se … Continua a leggere

Pubblicato in Memorie digitali, Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , | 9 commenti

Il colore della luce

sale la china in fetida caligine subodorando in dolenti torsioni l’assenza di coordinate certe in alto sembra un moto di faville che setacciano respiri vaganti in lontananza fatui accampamenti ove consumano resti di corpi prelevati da fatiscenti loculi volute bianche … Continua a leggere

Pubblicato in Memorie digitali, Poesia | Contrassegnato , , , , , , | 8 commenti

Ah! Uh!

Pubblicato in Memorie digitali, Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

A-poesia

Beccati questa qua in faccia stasera questa sleppa di merda che agisce sempre anche quando credi d’averla lasciata e scaricata giù nei fetori dei rigurgiti delle fogne nei miasmi dei pozzi dove macera lentamente e dove i gas foderano gli … Continua a leggere

Pubblicato in Corpi estranei, Poesia, Tutto in un chiuso | Contrassegnato , , , , , | 18 commenti