Archivi categoria: La lingua segreta dei testi

Resa

Identici giorni sommati invano non so contare coi soliti numeri che so smarriti nella memoria Dei baci sento il sapore lontano ne sento il profumo perduto per ozio o paura che so Non è l’ora di certi sapori amari o … Continua a leggere

Pubblicato in La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , , | 6 commenti

La mela

La mente distrugge il mio corpo nella malattia insanabile corretta da gesti inutili come dirti che il vento appare senza arruffare i capelli scorrendo tra i ricci come fosse ieri e invece ha impiegato secoli per attraversare qualche ciuffo E … Continua a leggere

Pubblicato in La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , , | 20 commenti

Escort

Graffiare il vento con l’unghia grezza nel vanto mostrato grondante di smalto carnale per scalare brezze giunte da tracce di storie passate affondate nelle rughe di vetuste fanciulle belle E non poterlo montare come con i fauni nelle camere crudeli … Continua a leggere

Pubblicato in La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , , | 10 commenti

Quattro elementi

Per me niente fuori di te nient’altro che ciò ch’emana da te Respiro il calore dello scirocco portato dal suono della tua voce Nell’acqua bevuta dalle tue mani m’irroro di forza che dirompe tracimando nel mio corpo M’inebrio dei colori … Continua a leggere

Pubblicato in La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , | 44 commenti

Le tre verità

Volto indietro al tempo cercando una notte il mio cuore rumore d’acqua scrosciante del tuono un rimbombo lontano tutto ciò che rimane in me È solo una porzione di tempo qualcosa che è stato ma sai non essere più Altri … Continua a leggere

Pubblicato in La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , | 3 commenti

Sonetto

Stoffe invalide per inadempienti riusate da scarti di carni morte raccolte nei fetori purulenti dei bassifondi di baracche storte Feci sulle lamiere delle genti abbandonate fuori dalle porte prese a calci dalle divine menti d’allegre élite che citano la sorte … Continua a leggere

Pubblicato in La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , | 10 commenti

Curriculum

Sorregge il mio sguardo porzioni lontane di mare Già tardo porgendosi al vento frumento quest’anno peggiore Un odore perduto da anni recatosi sino ai miei panni Non fosse che quasi mi pento d’aver porto la guancia all’istante che non è … Continua a leggere

Pubblicato in La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento