Archivi tag: Rime del dolore

Scossa

debole tragitto percorri avulso in vaghe liti di nessun contegno come una moda senza ritegno ove lasciasti tracimare impulso da mendace nel biasimo insulso immaginando di tessere segno per placare colpe in sereno pegno tremasti spostando il corpo convulso nei … Continua a leggere

Pubblicato in Ambra, La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , | 19 commenti

Alterchi

Come se dentro di me urlasse un tale distante da questo corpo che piange nel sorso di un tempo che più non tange Attendo pavido il morso letale del viscido detrattore che infrange ogni regola per questo fatale improvvido cupo … Continua a leggere

Pubblicato in Memorie digitali, Poesia | Contrassegnato , , , , , , | 19 commenti

Cemento

… poi volare nelle pieghe del tempo rovistando perso tra i se e i ma quasi gelando disteso sul lembo del mondo per vivide amenità non per caso accade, direi, mi sa capita per ritrovare nel grembo degli eventi di … Continua a leggere

Pubblicato in Memorie digitali, Poesia | Contrassegnato , , , , , , | 13 commenti

Urlatemi!

Dopo un anno pubblico una cosa… Cosa? Poesia dadaista? No. Poesia visiva? Non saprei, perché non ho disegnato niente. Ho solo ingrandito alcune lettere, ho aggiunto immagini prese dal web, usato word. Non ho tracciato linee con la mia mano. … Continua a leggere

Pubblicato in Dodici canzoni disperate, Poesia | Contrassegnato , , , , , , , | 29 commenti

La mia fata

Mi sento come se vagassero altri Oscillando di lato in sponda inciampo tra zolle ed erbe di simile stampo Dentro di me odo certi ronzii scaltri quasi vagiti smarriti nel lampo di bimbi annunciati da lisci nastri perduti nel freddo … Continua a leggere

Pubblicato in Ambra, La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti

Questo Universo

Lei ti cerca in sconfinate distese in ogni angolo e luogo del paese senza sapere che ti sei disperso nel fluido oscuro di questo Universo Prima nell’orto tra fiori e zucchine con il cuore che si gonfia tremando ti vede … Continua a leggere

Pubblicato in Ambra, La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , | 20 commenti

Gelosia

Non stavo nella pelle furibondo con il piede sul pedale affondato per i tornanti del Monte Morello fino ai commensali del ristorante dove tu sorridevi in pieno accordo con i compagni di classe ma il fato mi esibì l’ombra del … Continua a leggere

Pubblicato in Ambra, La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , , | 14 commenti