Quando il cuore

quando il cuore attendeva
liete notizie antiche
quando ancora non c’erano
i bit, l’e-mail e i pc
ma il petrolio infiammava la cera
il latte impazziva sotto
il calore dei raggi
e si rammendavano le calze rotte
quando la luna era
lo sfondo di un abbraccio
e il fango sotto la pioggia
emergeva ovunque
il mare un enorme
specchio distante
i forestieri rari pellegrini
dai misteriosi idiomi
il mondo correva piano
la luce si piegava nel cielo
e i falò illuminavano
le serate
quando ancora i grilli cantavano di notte
e i sogni correvano veloci
incontro al futuro

Questa voce è stata pubblicata in La fisionomia del peccato, Poesia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Quando il cuore

  1. LuxOr ha detto:

    Anche questa una poesia ritrovata di quasi quaranta anni fa, che avevo completamente dimenticato, forse (devo fare una ricerca) pure questa un prototipo.

  2. Daniela ha detto:

    io ho nostalgia della corrispondenza cartacea privata, dell’emozione di trovare una lettera di un amico/a lontano e poterne interpretare l’umore attraverso la calligrafia… anche l’affrancatura, tutto da conservare in quelle scatole di latta colorate insieme a foto e altri gingilli. Ora la cassetta postale è solo colma di lettere e volantini commerciali. Le email possono avere 100 smileys ma restano comunque impersonali…

    • LuxOr ha detto:

      Sì, tengo ancora in una scatola la corrispondenza con la mia fidanzata di quando ero militare. Guai a chi solo tocca le mie lettere. Per me sono di un valore inestimabile.

  3. tachimio ha detto:

    C’ è quel sapore d’ altri tempi che rende nostalgici i tuoi versi mio caro . Assolutamente una deliziosa, tenera lettura. Grazie di cuore caro Luciano e complimenti. Hai risvegliato in me ricordi di un tempo che fu. Un caro abbraccio. Isabella

  4. silviadeangelis40d ha detto:

    Effettivamente, allora c’erano sogni per un futuro….Belle e apprezzate immagini poetiche..Buona serata, silvia

  5. le hérisson ha detto:

    adoro quel gusto un po’ retrò che mi arriva dalle tue poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.