Archivi tag: Beat

Scossa

debole tragitto percorri avulso in vaghe liti di nessun contegno come una moda senza ritegno ove lasciasti tracimare impulso da mendace nel biasimo insulso immaginando di tessere segno per placare colpe in sereno pegno tremasti spostando il corpo convulso nei … Continua a leggere

Pubblicato in Ambra, La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , | 49 commenti

Tenebre

Non foss’altro che naufragano gesti tra le mescite dei vicoli tra la forza delle notti che colora di sangue capillari oculari e di ocra i resti di vomiti prosciugati M’aggrappo ai fumi per gettare l’inedia in sporche origini come il … Continua a leggere

Pubblicato in Ambra, La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , , , , | 19 commenti

Prima

Tra mancate chance di confuse serate Tra danze in arene intermittenti di musiche demodé in baleni specchiati E nei caffè assaporando arabica per centocinquanta lire Nei sedimenti di giorni estivi a bighellonare nell’afa di fusi bitumi O nelle soffitte tra … Continua a leggere

Pubblicato in Ambra, La lingua segreta dei testi, Poesia | Contrassegnato , , , , | 16 commenti

È tutto falso

Là: immersioni immediate impossibili tra volti che incontri lungo le vie travolti nel trambusto dei tramvai Irrorati con ignominia ignavi vaiai: conciatori cacciatori: pellicce già disossate, indossate da masturbatici non indisturbate. Dicevo: quei virus esenti vili virtuali, verbali (e/o ovazioni … Continua a leggere

Pubblicato in Corpi estranei, Poesia, Tutto in un chiuso | Contrassegnato , , , , , , , , | 16 commenti

Noia

Costretto a spandere giochi d’accidia Ho forse impiagato il tempo con dolo? Eppure nuotavo sotto coperte Pulivo con cura immobili scarpe Alzavo un rasoio allo specchio, stanco Liberavo idee nell’aria più ferma Localizzavo gite senza gite E poi sotto coperte … Continua a leggere

Pubblicato in Acrostici | Contrassegnato , , , , | 63 commenti

Corpo di ragazza

Ho succhiato caramelle dai sedici anni nei gorghi infetti delle stradine cadenti, dove il sole adocchia per un attimo e sguscia via, dietro i tetti, dai corbelli delle case fatiscenti assorte assorbendo calore, come una pelle d’avorio ovattato asciugatasi nel torrido torpore … Continua a leggere

Pubblicato in Cortometraggi | Contrassegnato , , , | 4 commenti