L’aperitivo

Sul desco pizza, patatine, spaghetti, Spritz. Una ventenne lo sta osservando. Se la trova accanto mentre si riempie il piatto e non può fare a meno di notare la minigonna nera con ruche. Si sta eccitando, sembra una donna facile. Ma c’è l’età… uhm… chi se ne frega! Somiglia molto a mio padre che non vedo da quando ero piccola, dice la ragazza. Ci mollò in una giornata di sole. La mamma non sopportò e si lasciò morire. La posso guardare e toccare? Lui si sente svenire perché ricorda. Dalla nebbia emerge il volto fuori fuoco di una bambina di due anni in braccio alla sua poi abbandonata moglie. E la paura di affrontare una vita noiosa e il desiderio di correre dietro alle donne, come da vecchio. È lei! Non ci sono dubbi. Lei. E pensare che se la sarebbe pure portata a letto. Vorrebbe uscire e correre il più lontano possibile. Non so cosa dire, signorina. Lei lo carezza. Non si preoccupi, mi scusi. Esce di corsa dal bar.

Questa voce è stata pubblicata in Microracconti, Tutte le luci del nero e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a L’aperitivo

  1. Daniela ha detto:

    spiazzante, per usare un eufemismo

  2. silviadeangelis40d ha detto:

    L’esistenza ci fa trovare impreparati di fronte ad eventi che non avremmo mai immaginato di dover vivere!
    Brano molto apprezzato.
    Buon pomeriggio e un sorriso, Luciano,silvia

  3. Angelilie ha detto:

    I really like your blog. A pleasure to come stroll on your pages. A great discovery and very interesting blog. I’ll come back to visit you. Do not hesitate to visit my universe. See you soon. Merry Christmas.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.