Testa o croce

L’afrore del sudore in un vagone di seconda classe. Notte. Solo posti in piedi. Mi ero appoggiato alla parete davanti al cesso. Uno specchio, un piccolo lavabo e il wc con la buca direttamente affacciata sulla veloce corsa dei binari. Rimasi immobile sperando di dormire in piedi. Entrò una ragazza. Una gonna di jeans, cortissima, calze blu che fasciavano la grazia di due gambe precise, uno sguardo ammaliante, un sorriso per me. Lasciò la porta socchiusa. Sentivo il suono fresco e l’odore pungente della minzione. Mi balenò il pensiero di entrare per scoprire l’arcano. Il tempo scorreva. Entrare o non entrare? Ero eccitato. Entra, coraggio, entra! No! Non è da farsi. Quei minuti furono eterni finché non uscì. Mi guardò con un cenno di diniego. E se fossi entrato? Ma non l’hai fatto. Ma se fossi entrato? Sommo i due sguardi in uno e vedo il mio dubbio appeso tra le due facce della moneta.

Questa voce è stata pubblicata in Microracconti, Tutte le luci del nero e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

31 risposte a Testa o croce

  1. LuxOr ha detto:

    Ne ho diversi di questi. Ce ne ho messo a decidermi di iniziare a pubblicarli. Prendeteli come dei pensieri, ricordi, situazioni, niente di più.

  2. Franz ha detto:

    a Napoli diciamo: ” Ogne lassata è persa” 😀 un les passant di Brassens un tantino più maudit…. 😀

  3. Daniela ha detto:

    🙂 ti ci vedo, con l’angioletto sulla spalla sinistra che ti suggerisce di entrare e l’angioletto sul lato opposto che ti trattiene…ma pensando bene allo spazio angusto e alla sommaria igiene del cesso di un vagone ferroviario forse è andata bene così. :E poi vuoi mettere il dubbio rimasto che ti ha permesso di scrivere questo pezzo? Ciao Lux

    • LuxOr ha detto:

      😁Sì, in effetti forse inconscimente pensai all’igiene. Un cesso di un vagone. Niente di più scomodo 😀 Grazie. Buonanotte cara Daniela.

      • Daniela ha detto:

        comunque sia sono emozioni, brevi ma intense, di quelle che ci si medita solo dopo perchè prendono di sorpresa…le hai descritte con maestria. Buona giornata Lux

      • LuxOr ha detto:

        Sì infatti. Un episodio di pochi minuti che ricordo come fosse accaduto adesso dopo oltre quaranta anni. Senz’altro uno di quei momenti che lasciano l’impronta. Grazie Daniela. Un caro saluto. Buona giornata,

  4. Misteryously🐰 ha detto:

    Un brevilineo che ha catturato la mia attenzione complimenti

  5. amarantamorgante ha detto:

    Belli questi pensieri di vita vissuta LuxOr non sono scontati per niente ed arricchiscono, è bello leggerli fanno cmq parte di te…e il “niente di più” in questi casi non ha senso alcuno 🙂 Un abbraccio

  6. marzia ha detto:

    Parole come afrore mi attraggono..nessuno quasi più le usa, amico mio

  7. silviadeangelis40d ha detto:

    Osare è sempre meglio che rinunciare….ma a volte “la pesantezza” dell’educazione ricevuta dai familiari, crea una forte resistenza nel nostro io…
    Ti leggo sempre con piacere, Luciano, buon pomeriggio e un sorriso per te

  8. Se lei lasciò la porta socchiusa, forse era un segnale a tuo favore. Hai fatto bene a non rischiare uno schiaffo in pieno viso 😁😜 Io, avrei reagito così. Notte, Lux 🎆🌟🌜

  9. marzia ha detto:

    Non l’inverno ispiratore , vero?
    Io me la cavo con le creazioni video.
    Un abbraccio 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.