Onan

Non so uccidere il seme
da tanto ardore evaso
perso bianco travaso
in perfidi ricordi

Ne scelgo ogni colore
immagini s’addensano
sopra i corpi che restano
vicine e liete ai bordi

Riflessi empi di perle
scorrono sulla cute
di lievi gambe acute
nel giorno degli esordi

Quattordici anni allora
ne registravo il vento
ne sogno il suo lamento
nei miei vecchi occhi sordi

Questa voce è stata pubblicata in Ambra, La lingua segreta dei testi, Poesia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Onan

  1. Daniela ha detto:

    un ritorno alla poesia che ti contraddistingue, diretta e chiara,sbalorditiva nella sua intima confidenza, ha la bellezza di una sonorità che richiede una seconda lettura immediata, come un brano musicale che ti vuoi imprimere nella mente. Splendido il titolo di biblica reminescenza.
    Grazie per questa nuovo regalo, ti abbraccio.

    • LuxOr ha detto:

      Un attento e approfondito commento che mi riempie il cuore. Grazie. E grazie per le tue bellissime parole. Sono emozionato. L’ho scritta circa due anni fa e ho sempre rimandato la pubblicazione proprio per la sua “intima confidenza”. Hai visto giusto. Mi sono deciso dopo averci pensato per tutto questo tempo. Un caro saluto.

      • Daniela ha detto:

        una poesia dalla gestazione travagliata, ma alla fine è venuta alla luce, per fortuna 🙂

      • LuxOr ha detto:

        Sì, proprio perché così intima l’ho lasciata a lungo sulla carta. Ne ho altre nelle stesse condizioni (timidezza?) 🙂

      • Daniela ha detto:

        🙂 probabile, però c’è da considerare non solo l’argomento in sè, ma la forma. la delicatezza con cui viene trattato un argomento che fa la differenza. allontana le tue paure, hai un’anima bella anche vista nel suo intimo.

      • LuxOr ha detto:

        Dovrei farlo, sì. Nel tempo dovrei riuscire a superarle, anche perché… per adesso non riesco a scrivere poesie. Grazie 🙂

  2. Franz ha detto:

    che dirti, Lux? splendore in erba…carezze che evocano gioia e sapore… una polluzione di bellezza…

  3. silviadeangelis40d ha detto:

    Ricordi sconvolgenti che si riaffacciano alla mente, che ne sa cogliere, con intelliegenza, l’aspetto migliore, riportando alla luce quei giorni acerbi, in cui era difficile cogliere il profondo senso di situazioni.
    Ho voluto sentire così questa notevole tua, molto apprezzata
    Buon fine settimana, e un caro saluto, Luxor,silvia

    • LuxOr ha detto:

      Era difficile cogliere il senso della situazione. Infatti l’immagine di quel momento, di quei momenti, adesso è amplificata e posso rivederla e analizzarla, ma soprattutto assaporarne le emozioni. All’epoca fu solo un attimo che mi attraversò come un fulmine. Grazie, Silvia. Un caro saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.