Stizze

Il triste abbaglio del raggio fraterno
riluce nelle lacrime dei nembi
e nei barlumi del miraggio odierno
foglie intrecciate a sterpaglia e corimbi

Il viale già sfiorito nell’inverno
sta nelle sere attinte per i bimbi
dall’oscuro infinito pozzo eterno
e il tempo che veloce va nei limbi

La pia luna s’intinge nella notte
micidiale bagliore che sereno
sfiora leggero luoghi case vie

Dona luce a città e albe corrotte
imbevute nel bruno del veleno
delle tenebre e stizze solo mie

Questa voce è stata pubblicata in Corpi estranei, Poesia, Prima voce e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

33 risposte a Stizze

  1. LuxOr ha detto:

    Il mio primo sonetto. Scritto poco più che ventenne.

  2. erospea ha detto:

    avevi già qualcosa di malinconico nella scrittura, sia pur nello scatto giovanile di stizza

    “sta nelle sere attinte per i bimbi” è per me un punto d’apertura del testo nelle sue immagini molteplici. Ovvio: una mia esigenza personale di lettore

    • LuxOr ha detto:

      Le mie poesie giovanili erano spesso intrise di malinconia, forse ancor più di quelle odierne. All’epoca desideravo esprimere la mia interiorità, estrarla e lanciarla nel cosmo, perché , da classico timido, non riuscivo a confrontarmi mai del tutto con gli altri. Sì perché anche allora ripensavo ai giochi serali insieme ad altri bambini (nascondino, acchiappino e altri), alle sere estive (tassativamente dalle 21 alle 22, altrimenti c’era la mamma pronta a cercarmi) che sentivo già lontane, distanti, per via di un tempo implacabile e veloce.

  3. Alessandra Bianchi ha detto:

    Chapeau!
    Molto, molto bello 🙂

  4. Franz ha detto:

    Ciò che è producemmo ventenni ancora sa di luce e ciò che producesti, Lux, è una parola diamantina che resiste al tempo…Bello questo sonetto.

  5. gelsobianco ha detto:

    Bello questo sonetto giovanile, Luxor!

    Sento molto e apprezzo questi tuoi versi
    “Il viale già sfiorito nell’inverno
    sta nelle sere attinte per i bimbi”
    Quelle sere attinte per i bimbi… le sere estive volate via troppo veloci che tu ricordavi…

    Complimenti.
    Un sorriso
    gb
    Spero tu stia dormendo 🙂

  6. silviadeangelis40d ha detto:

    Una luna speciale, che dà colore alla vita, ma non all’animo intriso di nostalgici respiri…
    Lirica intensa, ricca di particolari immagini, molto gradita e apprezzata
    Buon fine settimana, e un caro saluto, poeta,silvia

  7. Questa tua prova giovanile, come già indicato da erospea e Franz, contiene già quel piglio melanconico del romanticismo che ti appartiene in modo così precipuo da diventare un tuo marchio di fabbrica. Parlo del grande romanticismo tedesco fra ‘700 e ‘800 (il “mio” amatissimo Hölderlin, le sue poesie della torre, per esempio). Non parlo di uno stato generico di tristezza ma di un sentimento profondo e dilatato di compassione verso tutta la realtà. Letteralmente, patisci con… com’è nel buddhismo. E ne fai poesia.

    • LuxOr ha detto:

      Grazie Donato, un commento che mi lusinga molto. Hai citato il romanticismo tedesco e Holderlin, e non sai quanto ami i poeti romantici (in particolare Novalis e.. sì anche lo stesso Holderlin, poeti che ammiro immensamente). Naturalmente posso solo ammirarli e ringraziare te per aver colto quella melanconia che cerco (non sempre con esiti positivi) di lasciare emergere in ogni mia lirica. Grazie ancora 🙂

      • gelsobianco ha detto:

        La tua melanconia emerge come una roccia illuminata dalla luna nella vastita del mare, Luxor.
        Un sorriso e buona notte
        gb

      • LuxOr ha detto:

        Sì, in effetti. E’ molto potente. Quasi non riesco a contenerla. Grazie carissima gb. Buona notte (spero di sognare quel tuo bellissimo e vasto mare illuminato dalla luce lunare)

      • gelsobianco ha detto:

        Ti auguro di sognare la luce della luna che rende argento il mare illuminandolo, Luxor caro.
        🙂
        gb

      • LuxOr ha detto:

        Un augurio meraviglioso. Grazie gb. (Forse l’ho sognato già ma purtroppo non ricordo tutti i sogni della notte) 🙂

      • gelsobianco ha detto:

        Non importa se non ricordi i sogni della notte.
        Spero tu abbia vissuto il tuo bagno nell’argento. 😉
        Buona notte, caro Luxor
        gb 🙂

      • LuxOr ha detto:

        Lo spero o comunque prima o poi sognerò il bagno nella luna. Buona notte, carissima gb 🙂

      • gelsobianco ha detto:

        Oh, senza dubbio.
        Prima o poi…
        E nuoterai inseguendo l’argento della luna e la sua magia.
        Riposa bene.
        🙂
        gb
        Poi leggo altro di tuo. Ho bisogno di calma per farlo.

      • LuxOr ha detto:

        Ah, che visione stupenda! Nuotare incontro alla luna che s’immerge nel mare seguendo la scia argentata ! La calma è la virtù dei forti. Carissimi saluti 🙂

      • gelsobianco ha detto:

        E ti senti brillare d’argento nell’inseguire la luna nuotando.
        Anche tu luccichi.
        Amo tantissimo immergermi nel mare di notte con la luna e senza. Sono sensazioni diverse, ma colme entrambe.
        A prestissimo, Luxor caro.
        Sono molto stanca.
        Riposa bene. Sogni d’argento allora! 🙂
        gb

      • LuxOr ha detto:

        I tuoi commenti mi suscitano nuove immagini, grazie gb. Brillare d’argento inseguendo la luna è un’immagine stupenda. Buona serata carissima 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.