Dalla Lanterna

Dall’alto brandelli di fucsia
intrecciano spume d’indaco
E s’insanguina la luce
sopra coppi di cupole e tetti
A distanza porzioni di terra elegante
nei verdi antichi di cipressi
nei chiari aromi di viti
terroir di sangiovesi
nel verde di riflessi dorati
tra cultivar di leccino e moraiolo
Si scurisce al confronto il mondo
al di sotto della Lanterna
e s’allaga in basso di scuro
tra passioni e sguardi basiti una folla
per immortalare tra selfie e flash
un attimo ancora di speranza
inscatolando ricordi

Questa voce è stata pubblicata in Il cavaliere azzurro, La lingua segreta dei testi, Poesia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Dalla Lanterna

  1. Franz ha detto:

    la tua pietas verso i fragili umani che inscatolano ricordi si unisce allo stupore dello sguardo poetico “dalla lanterna” nei colori riflessi alla Van Gogh, in un impressionismo estremo di rara efficacia. Complimenti, Lux.

    • LuxOr ha detto:

      Mi è capitato di vedere dalla Lanterna della Cupola del Brunelleschi la luce del tramonto sulle colline verdeggianti e allo stesso tempo in basso le ombre della sera incipiente interrotte dai flash dei turisti. Una sensazione indescrivibile di stupore: una fusione di pittoresco e sublime: paesaggio delizioso e rasserenante e ansia per il basso dove si consuma la vita. Volevo rendere queste sensazioni e in effetti il tuo riferimento a Van Gogh mi lusinga molto. Grazie di cuore caro Franz.

  2. silviadeangelis40d ha detto:

    Immagini e sensazioni di particolare raffinatezza, in questa lirica assai creativa
    Sempre emozionante leggerti, Luxor, mille cari auguri per una festività lieta,silvia

  3. lilasmile ha detto:

    C’è tanta vita e passione in questa tua poesia! Un mare di colori e sensazioni …

  4. silviadeangelis40d ha detto:

    Buongiorno a te, vieni sul mio blog, c’è un articolo che ti riguarda :
    https://quandolamentesisveste.wordpress.com/2016/04/10/nomination-a-liebster-award/
    Cari saluti,silvia

    • LuxOr ha detto:

      Scusami per l’immenso ritardo. Non ho potuto, causa problemi e grossi guai, visitare il mio stesso blog fino ad alcuni giorni fa. Poi sono stato dominato dalla paura di ricominciare. Molto dura per me ripubblicare. Ti ringrazio infinitamente per l’articolo che mi riguarda. Sono commosso. Tornerò con grande piacere a leggere le tue bellissime poesie.

  5. lilasmile ha detto:

    Caro Luxor, non è ora che torni??? Un sorriso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.